domenica 3 dicembre 2017

Nostalgia di Primavera

In poco più di una settimana anche le ultime tenaci foglie d'autunno sono cadute, spazzate dal freddo vento invernale. Ora, nel giardino di Verde quiete, a fiorire sono rimaste solo le caparbie  rose, stranamente resistenti alle più forti intemperie. Qualche lepre saltella nei campi, e i passeri si posano di ramo in ramo in cerca di provviste per la lunga e fredda stagione. Lucertole e formiche sono sparite cadute in letargo come ghiri e talpe. Ogni cosa riposa e  dorme, sotto il cielo freddo e livido; aspetta paziente che il tempo passi e torni la bella stagione. Ma l'inverno è lungo e triste ed oggi non avevo  voglia di illustrare paesaggi innevati né orsi e gufi che si riscaldano davanti al caminetto. Li ho messi in attesa in decine di fogli impilati. Oggi, sognavo la primavera e l'ho messa in questa illustrazione dove Nocciolina suona la sua campanella e chiama a raduno i suoi amici. In verità fa parte di una storia del secondo libro di Verde quiete che attende da mesi di essere completata...

Nessun commento:

Posta un commento